Come Investire nel Nikkei 225

Il Nikkei 225 Stock Average è il primo indice azionario giapponese, ma può essere considerato anche una sorta di barometro dell’economia giapponese e del suo mercato azionario.

Come Investire nel Nikkei 225

Il Nikkei 225 misura le prestazioni di 225 grandi società di proprietà pubblica in Giappone inserite in una vasta gamma di settori industriali. In effetti, è considerato l’equivalente giapponese del Dow Jones Industrial Average (leggi anche Come Viene Calcolato il Dow Jones). Nello specifico, comprende le prime 225 società blue-chip quotate alla Borsa di Tokyo.

Come Investire nel Nikkei 225

Non si può investire direttamente in un indice, ma se state cercando di ottenere un’esposizione ai titoli azionari giapponesi, il Nikkei 225 rappresenta il miglior modo di farlo attraverso un ETF che tiene traccia dell’indice denominato in yen.

Nikkei 225: Info e Performance

Il Nikkei 225 non è un modello di riferimento per le medie azionarie, che in genere crescono ad un tasso esponenziale costante. La media del mercato ha toccato il suo massimo storico al picco della bolla dei prezzi delle asset giapponesi il 29 dicembre 1989. In quel giorno, l’indice ha raggiunto un massimo storico di 38.957,44, prima di chiudere a 38.915,87. Successivamente, ha perso quasi tutti questi guadagni, chiudendo a 7.054,98 il 10 marzo 2009, ovvero l’81,9% sotto il suo massimo 20 anni prima.

Il 15 marzo 2011, il secondo giorno lavorativo dopo il massiccio terremoto che colpì la parte nord-orientale del Giappone, l’indice è sceso di oltre il 10% per finire a 8605,15, con una perdita di 1,015 punti. L’indice è crollato di più durante l’intero anno, toccando 81.601 il 25 novembre, la sua chiusura più bassa dal 10 marzo 2009. Il Nikkei è sceso di oltre il 17% nel 2011, chiudendo l’anno a 8455.35, il valore più basso della chiusura d’anno in trenta anni, quando l’indice finì a 8016.70 nel 1982.

Come il Dow Jones Industrial Average, il Nikkei 225 Stock Average è un indice azionario ponderato in base al prezzo. La classificazione delle società è determinata dal prezzo delle azioni, che differisce dagli altri principali indici in cui la capitalizzazione di mercato viene utilizzata nei calcoli. Calcolato dal settembre del 1950 (con effetto retroattivo fino al maggio del 1949), è l’indice più antico d’Asia e viene anche comunemente indicato come Nikkei 225, indice Nikkei e semplicemente Nikkei.

L’indice è rivisto annualmente a settembre e, se vengono apportate modifiche, queste vengono istituite in ottobre.

+

Nikkei 225: Le Società

Alcuni dei marchi più noti al mondo sono aziende incluse nel Nikkei 225. Canon Inc. (CAJ), Panasonic Corp. (PCRFY), Sony Corp. (SNE), Nissan Motor Co. (NSANY), Toyota Motor Corp. (TM), Mazda Motor Corp. (MZDAY) e Honda Motor Co. (HMC) sono tra questi.

Le azioni dell’indice rientrano nei seguenti settori: tecnologia, finanziari, beni di consumo, materiali, beni strumentali / altri, trasporti e servizi pubblici. In tutto, l’indice include aziende di 36 diversi settori.

Nikkei 225: ETF

L’acquisto e la gestione di ogni singola azione nel Nikkei 225 non è molto pratico, per non parlare delle implicazioni in termini di costi e imposte. Come singolo investitore, è possibile ottenere esposizione tramite fondi scambiati in borsa le cui attività sottostanti sono correlate al Nikkei 225. Gli ETF sono essenzialmente un paniere di azioni che rappresentano un indice sottostante e sono quindi gli strumenti più adatti per investire in questo indice.

A differenza dei fondi comuni di investimento, che hanno un prezzo alla fine della giornata, gli ETF operano nel corso della giornata. I loro prezzi fluttuano come quelli di una comune azione e vengono essenzialmente scambiati allo stesso modo. Come i fondi comuni di investimento, gli ETF offrono inoltre una diversificazione attraverso un unico investimento e hanno spese inferiori rispetto ai fondi gestiti attivamente.

Sono diversi gli ETF che monitorano l’indice Nikkei 225 sulla Borsa di Tokyo. Questi includono l’ETF iShares Nikkei 225 di Blackrock Japan, Nikkei 225 Exchange Traded Fund di Nomura Asset Management (NTETF) e Daiwa Asset Management Daiwa ETF Nikkei 225.

Per poter negoziare questi ETF, bisognerà aprire un conto con una società di intermediazione (broker) che consenta di acquistare e vendere investimenti non quotati nella propria borsa di riferimento (leggi anche CFD: Piattaforme Trading e Broker).

Tenete presente che il trading di ETF nei loro mercati locali ha le sue complicazioni. Gli ETF quotati alla borsa di Tokyo sono denominati in yen. Oltre a monitorare le prestazioni del Nikkei 225, dovrete anche considerare le fluttuazioni del tasso di cambio tra yen e dollaro.

Anche Regno Unito, Francia, Germania, Svizzera, Italia e Singapore offrono ETF che tracciano il Nikkei 225, alcuni dei quali sono quotati sulla Borsa di Tokyo.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

- promotion - Cerchi SEGNALI DI TRADING? Ho scoperto un software dove basta cliccare su BUY o SELL quando te lo dice l'indicatore, nient'altro. Non devi leggere grafici o fare analisi. Semplicemente fai soldi comprando o vendendo quando te lo chiede l'indicatore. PROVALO DA QUI
plus500
etoro
markets
iq option
bdswiss
24option
fxtm
avatrade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *