GameStop (GME), Nokia (NOK), BlackBerry (BB), Reddit e gli Hedge Fund: cos’è accaduto?

Gamestop (GME) è un’azienda americana che vende al dettaglio giochi e videogames ma che negli ultimi anni non naviga in buone acque finanziarie.

In questi giorni abbiamo assistito ad un’incredibile impennata del prezzo delle sue azioni, aumentando in pochi giorni da pochi dollari a quasi $500, e ora lo stesso sta accadendo con Nokia (NOK) e Blackberry (BB).

 

Qual è la ragione? La ragione sta nello 𝗦𝗵𝗼𝗿𝘁 𝗦𝗾𝘂𝗲𝗲𝘇𝗲

Fondamentalmente, quando vendi allo scoperto un’azione è come se la prendessi in prestito da un broker e la vendi, sperando che il prezzo scenda, se ciò accade, acquisti l’azione a un prezzo inferiore, la restituisci al broker da cui l’hai presa in prestito ed incassi i tuoi profitti. Almeno, questo è quello che si prevede in teoria.

------------ Acquista azioni reali senza pagare commissioni ------------

*il tuo capitale è a rischio

Tuttavia lo shorting è molto rischioso perché il rovescio della medaglia è praticamente indefinito (teoricamente il prezzo di un titolo potrebbe salire infinitamente).

▪️ Che cosa è successo con Gamestop? e cosa probabilmente succederà con Nokia e Blackberry?

Le azioni di queste aziende sono state “prese di mira”dagli Hedge Fund come quelli di Melvin Capital. Si tratta di fondi specializzati nelle vendite allo scoperto. In sostanza scommettono al ribasso del prezzo di alcuni titoli, quei titoli che non hanno grosse prospettive di crescita, che hanno bilanci messi male o che hanno problematiche di vario genere. Questi Hedge Fund hanno praticato quindi vendite allo scoperto su Gamestop, Nokia e BlackBerry.

Dall’altra parte, la comunità di Reddit, e nello specifico il gruppo WallStreetBet, che conta circa 4,5 milioni di utenti attivi, ha deciso di acquistare in maniera massiva e concordata  azioni (prima di Gamestop, e ora di Blackberry e Nokia) e di mantenere le loro posizioni, cioè senza venderle anche dopo averle viste aumentare del 300%, sfidando le vendite allo scoperto degli hedge fund di cui sopra.

L’effetto è stato lo short squeeze, cioè il prezzo delle azioni Gamestop ha iniziato a salire, il che ha costretto i venditori allo scoperto (gli  hedge fund) di abbandonare le posizioni short e acquistare anche loro il titolo prima che le perdite aumentassero ulteriormente, questo fatto ha spinto il prezzo delle azioni alle stelle!

Cosa succederà ora?

Nessuno lo sa, non sarei sorpreso se i prezzi delle azioni salissero ancora più in alto, molto più in alto, ma è inevitabile che a un certo punto il prezzo scenda o ritracci, anche perchè si tratta fondamentalmente di bolle gonfiate ma che prima o poi si sgonfieranno.
Personalmente ne starei fuori perché è troppo rischioso, la possibile ricompensa è enorme, ma è anche enorme il possibile svantaggio finanziario.

Perchè è stato un evento così importante?

Per cominciare, è la prima volta che un gruppo di investitori comuni ha fatto qualcosa di così grande ed è anche riuscito a trarre grandi profitti a spese dei grandi investitori istituzionali! Ciò dimostra che una parte importante del mercato azionario è rappresentato da piccoli investitori al dettaglio, grazie al fatto che tramite internet ora tutti hanno accesso al mercato azionario e hanno possibilità di scambiare le proprie idee e progetti.

C’è un grosso rischio in tutto questo, se alcuni di questi hedge fund dovessero subire grosse perdite, saranno costretti a vendere le loro posizioni lunghe per coprire le loro posizioni corte il che farà scendere il prezzo di altre azioni, quindi possibile tendenza al ribasso del mercato a causa di questo evento.

E’ legale?

E’ la prima volta che accade che tante persone si mettano d’accordo per compare le stesse azioni.

È sicuramente un’area grigia poiché non è mai accaduto prima e possiamo aspettarci che gli organismi di regolamentazione in qualche modo regolino questo tipo di eventi in futuro.

Piattaforme di Trading con conti Demo per simulare la Borsa:  
Piattaforme
Min. Deposito
Demo Gratuita
€10

67% of retail CFD accounts lose money

€200

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *