I Migliori 50 Titoli di Stato Al Mondo – Classifica 2016

Se si vuole conoscere la “salute” dei titoli di stato di un paese bisogna consultare un indice specifico, il BlackRock Sovereign Risk Index (BSRI), che monitora costantemente il rischio di credito sovrano in 50 paesi sulla base di 30 misure riguardanti dati finanziari, indagini e approfondimenti politici. Il punteggio di ciascun paese si basa principalmente su quattro fattori: Fiscal Space (40%) che misura la flessibilità del governo di un paese sulle sue scelte di spesa, la disponibilità a pagare (30%) i propri debiti, l’External Finance Position (20%) ovvero la posizione finanziaria estera del paese e la salute del settore finanziario (10%). Nell’articolo di oggi vedremo quali sono i migliori e i peggiori paesi al mondo dove investire in titoli di Stato. Bisogna premettere che, dal punto di vista globale, la situazione è migliorata dopo il Brexit, anche se permangono ancora elevati rischi geopolitici e una politica monetaria volatile. Ciò non significa, tuttavia, che tutti i titoli di Stato si muovano allo stesso modo.

In questo articolo si parla di:

I Migliori

  1. Norvegiainfografica titoli di stato
  2. Singapore
  3. Svizzera
  4. Svezia
  5. Danimarca
  6. Taiwan
  7. Nuova Zelanda
  8. Canada
  9. Germania
  10. Australia
  11. Finlandia
  12. Stati Uniti
  13. Olanda
  14. Corea del Sud
  15. Repubblica Ceca
  16. Austria
  17. Cile
  18. Regno Unito
  19. Polonia
  20. Israele
  21. Malesia
  22. Filippine
  23. Irlanda

I Peggiori

  1. Venezuela
  2. Ucraina
  3. Egitto
  4. Grecia
  5. Argentina
  6. Portogallo
  7. Italia
  8. Slovenia
  9. Croazia
  10. Nigeria
  11. Ungheria
  12. Brasile
  13. Messico
  14. SudAfrica
  15. Colombia
  16. India
  17. Indonesia
  18. Spagna
  19. Cina
  20. Turchia
  21. Russia
  22. Slovacchia
  23. Francia
  24. Belgio
  25. Perù
  26. Giappone
  27. Thailandia

Secondo i dati del BlackRock Sovereign Risk Index, il paese che ha registrato il declino più imponente nella classifica è la Cina, che è scesa al 32° posto complessivo e all’ultimo per quanto riguarda la salute del settore finanziario, anche se c’è da registrare la rapida crescita del suo credito. Dalla classifica si evince come, ad oggi, sia la Norvegia a possedere i titoli di stato più affidabili al mondo, anche se il suo punteggio complessivo è leggermente diminuito a causa del calo delle entrate del petrolio e il suo surplus fiscale. Il paese peggiore in assoluto è invece il Venezuela, che ha fatto registrare peggioramenti di tutti e quattro i parametri presi in considerazione, principalmente a causa della caduta dei prezzi del petrolio e una situazione finanziaria sempre più drammatica.

+

Altri dato da segnalare è il mantenimento del 18° posto assoluto del Regno Unito: nonostante la sua decisione di lasciare l’Unione Europea, il paese non ha avuto grandi contraccolpi a livello di titoli di stato. Tuttavia, ha subito un drastico calo nella sua disponibilità a pagare sulle incertezze del Brexit, mentre il suo punteggio riguardante il Fiscal Space potrebbe scendere nei prossimi trimestri. Altro dato positivo è quello ottenuto dalla Grecia, che ha guadagnato due posizioni in classifica attestandosi al 47° posto grazie ad un netto miglioramento del Fiscal Space causato dalle misure di austerità fiscale adottate ormai da tempo dal paese ellenico.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading? Ecco IL CORSO giusto da seguire!
... Dopo il Corso, allenati senza rischiare con un Conto Demo

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *