Alibaba: i migliori Concorrenti

Alibaba (NYSE: BABA), una società fino a poco tempo fa sconosciuta al di fuori della Cina, ha oggi fatto la storia nel settore dell’e-commerce ed ha debuttato al New York Stock Exchange (NYSE) nel Settembre 2014 battendo il record della più grande IPO mai realizzata.

Azioni Alibaba: grafico e quotazione in tempo reale

I Migliori Concorrenti di Alibaba

Fin dal primo momento in cui sono uscite le notizie sulla sua IPO negli Stati Uniti, Alibaba è stata analizzata e confrontata con diversi altri competitors globali come Amazon e eBay. Il colosso fondato da Jack Ma è fondamentalmente una società di e-commerce che non opera come una tipica azienda del settore (non possiede infatti magazzini e canali di distribuzione), ma si tratta invece di una piattaforma “open marketplace” in cui le piccole imprese e i grandi produttori possono raggiungere i potenziali clienti sparsi in tutto il mondo.

Sebbene Amazon ed eBay siano in cima alla lista dei concorrenti globali di Alibaba, presentano fra loro alcune interessanti differenze (leggi anche Investire in Alibaba: Vantaggi e Svantaggi).

Alibaba: i migliori Concorrenti

A questo proposito, diamo ora un’occhiata ai principali concorrenti di Alibaba per capire la minaccia competitiva percepita e reale che potrebbe riguardare la società di Jack Ma.

Alibaba: i Competitors Globali

Amazon.com (NASDAQ: AMZN)

Amazon.com Inc, fondata nel 1994, è una società inserita nel Fortune 100, la lista delle 100 maggiori aziende pubbliche e private statunitensi pubblicate dall’omonima rivista. L’azienda nel suo modello di business è molto più vicina allo stile tradizionale della vendita al dettaglio, in quanto si dedica alla vendita diretta, alla proprietà dei centri di distribuzione e ai magazzini (a differenza di Alibaba). Amazon ha anche costruito negli anni una solida reputazione tra i suoi clienti offrendo un servizio soddisfacente e un’ottima user experience.

Dall’anno 2000, Amazon ha aperto la sua piattaforma ai venditori individuali e al dettaglio per raggiungere i clienti tramite Amazon.com. Il sito web aziendale della società rivela che “oltre 2 milioni di venditori di terze parti sono iscritti ad Amazon offrendo prodotti nuovi, usati e da collezione a prezzi fissi ai clienti in tutto il mondo.” La società di Jeff Bezos ha un eccellente potenziale logistico e produce anche prodotti a marchio proprio, oltre ad essere una piattaforma importante per editori e autori (leggi anche 6 Motivi per Investire in Azioni Amazon).

eBay (NASDAQ: EBAY)

Alibaba, nel suo modello di business, è forse quella più simile ad eBay Inc (NASDAQ: EBAY) rispetto agli altri concorrenti. Il colosso americano dell’e-commerce riunisce infatti acquirenti e venditori su una piattaforma online fornendo un sistema di pagamento sicuro come PayPal che, nel caso di Alibaba, è chiamato AliPay.

Il business di Bay è principalmente basato sulle entrate generate dalle commissioni sulle transazioni e comprende tre segmenti, ognuno dei quali è un marchio a sé stante: eBay (compra e vendi online), PayPal (pagamenti digitali) ed eBay Enterprise (commercio, vendita al dettaglio e marketing digitale).

Anche se Alibaba ed eBay hanno modelli di business simili, sarebbe difficile per Alibaba “rompere” il riconoscimento globale di un marchio così apprezzato come eBay. È probabile che queste società competano tra loro per quei mercati al di fuori degli Stati Uniti e della Cina (come ad esempio il Brasile), ma è improbabile che queste due aziende si “svincoleranno” a vicenda dalla loro madrepatria.

I Migliori Concorrenti di Alibaba – Competitors Interni

Tencent (HKG: 0700)

Tencent, una compagnìa operante quasi esclusivamente nel settore internet, fu fondata nel 1998. Con la sua crescita costante nel corso degli anni, è oggi tra i portali di servizi Internet più grandi e ampiamente utilizzati in Cina.

Le azioni della società, Tencent Holdings Limited (0700.HK) sono quotate alla Borsa di Hong Kong e i suoi prodotti più popolari sono: QQ, WeChat, QQ.com, QQ Games, Qzone, 3g.QQ.com, SoSo, PaiPai e Tenpay. Sebbene Tencent sia più interessata a mondo dei social media e dell’intrattenimento, la sua forte presenza in internet e i suoi mutevoli interessi hanno iniziato a sovrapporsi a quelli di Alibaba. L’azienda tramite la sua app di messaggistica “WeChat” si è infatti recentemente trasformata anche in un e-commerce.

JD.com (NASDAQ: JD)

JD.com è la più grande società di commercio online della Cina in termini di volume delle transazioni, con una quota del mercato cinese pari al 54,3%, secondo iResearch. JD.com è simile ad Amazon nel suo modello di business: vendite dirette, inventario interno, gestione della logistica e della spedizione. In poche parole, ha il funzionamento tipico di una società di e-commerce.

Tencent e JD, individualmente, non rappresentano un grosso rischio per Alibaba, ma la partnership strategica tra le due società potrebbe rappresentare una certa minaccia alla consolidata posizione di Alibaba nel paese. Tencent offre agli utenti di smartphone un’enorme visibilità con la sua app per dispositivi mobili WeChat (con circa 438 milioni di utenti), mentre JD è uno dei migliori attori nel settore delle vendite al dettaglio: questi due colossi, insieme, possono raggiungere molti utenti, influenzare le decisioni di shopping e creare qualche problema in futuro ad Alibaba.

Baidu (NASDAQ: BIDU)

Baidu è il motore di ricerca dominante in Cina e ultimamente sta investendo molto nei servizi O2O (online-to-offline), creando domanda per i prodotti nei negozi fisici tramite cellulari e internet. La società fu fondata da Robin Li nel 2000 ed è quotata al Nasdaq. In termini di business, è molto simile a Google per quanto riguarda i prodotti e i servizi, offrendo video, mappe, enciclopedie, software anti-virus, Internet TV e altro ancora.

Baidu da solo non è un concorrente abbastanza forte per impensierire Alibaba, ma il recente accordo tra Dalian Wanda Group (quota del 70%), Tencent Holdings e Baidu (15% ciascuno) per creare una società di e-commerce potrebbe creare qualche grattacapo a Jack Ma nel prossimo futuro. Questo accordo rende infatti Wanda la più grande piattaforma di e-commerce online-offline del mondo. I tre hanno unito le forze portando ciascuna la sua esperienza nella battaglia contro un colosso del settore come Alibaba.

I Migliori Concorrenti di Alibaba: Conclusioni

Alibaba ha un vantaggio sui suoi concorrenti non solo in termini di fatturato e quota di mercato, ma anche dalla pubblicità che ha ottenuto in virtù della sua quotazione sul NYSE. Tuttavia, a lungo termine, un lancio di una IPO negli Stati Uniti non potrà essere l’unico fattore a guidare i suoi profitti o la sua quota di mercato; piuttosto, le sue prestazioni e i profitti decideranno la valutazione del titolo.

L’azienda, fino ad ora, ha operato in gran parte sul territorio cinese con solo il 10% delle sue entrate derivante dai mercati internazionali. Anche se Amazon e eBay sono oggi considerati come concorrenti di Alibaba visti i vantaggi unici che ognuna ha nel suo settore, sarà però difficile per loro entrare nei mercati cinesi e guadagnare un vantaggio competitivo (e viceversa).

Quindi, la minaccia più grande per Alibaba non sembra provenire da Amazon o da eBay, quanto piuttosto dai competitors interni. Il settore dell’e-commerce cinese è infatti molto agguerrito: fondamentalmente, è Alibaba contro tutti gli altri (Tencent, Baidu, JD, Wanda), i quali si stanno alleando per affrontare e sconfiggere Alibaba nel mercato di riferimento.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading? Ecco IL CORSO giusto da seguire!
... Dopo il Corso, allenati senza rischiare con un Conto Demo

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *