Il Mercato Forex A Giugno 2013: Situazione e Previsioni

Lo scorso mese di Maggio è stato molto emozionante per il mercato Forex, con la Banca del Giappone che ha “stimolato” notevolmente la volatilità dello yen. Tuttavia, anche se il mese di Giugno si prevede essere più “tranquillo” del precedente, ci sono molti eventi in corso che i forex traders dovrebbero conoscere, tra cui il drop-off dello yen giapponese, l’imminente nomina di Mark Carney a capo della Banca d’Inghilterra e gli attuali dati economici di USA ed Unione Europea. Per cui, in questo articolo, daremo un’occhiata alla situazione e all’andamento delle quattro principali coppie di valute a Giugno 2013 e alcune relazioni chiave che i forex traders dovrebbero osservare attentamente nel corso di questo mese.

La Coppia USD/JPY Appare Un Pò Sbilanciata!

forexLe transazioni della coppia USD/JPY (dollaro americano – yen giapponese) hanno registrato ultimamente un aumento enorme, da 80,00 del mese di Novembre 2012 fino a più di 100.00 di Maggio 2013! Spinti da un easing atteso (per easing si intende il “creare moneta” da parte delle banche centrali al fine di acquistare, ad esempio, titoli di stato in mano ai privati. Si tratta di una strategia che viene messa in campo quando i tassi d’interesse sono vicini allo zero e l’istituto centrale ha pochi margini di manovra sul costo del denaro) da parte della Banca del Giappone, i forex traders hanno “venduto” lo yen giapponese ai minimi storici, dando un impulso notevole alle esportazioni del paese. Ma queste tendenze possono cambiare a breve, a giudicare da alcuni prezzi decisamente sbilanciati e un’inversione di fiducia avvertita nei mercati azionari del paese. A questo proposito, alcuni analisti hanno affermato che ci sono segnali riguardo al fatto che il governo giapponese voglia stabilizzare lo yen tra 100.00 e 105.00 rispetto al dollaro americano. Anche le aziende esportatrici premono affinché la moneta sia stabilizzata al fine di contenere i costi e rendere il loro business più “prevedibile” per gli investitori. Guardando al mese di Giugno 2013, quindi, i forex traders dovrebbero guardare con fiducia alla stabilizzazione dello yen giapponese ad un valore di circa 100.00 (o anche qualcosa in più) rispetto al Dollaro Americano. Altri elementi chiave da tenere in considerazione includono i dati del PIL del 9 giugno, quelli degli scambi resi noti il 18 giugno e i dati di produzione industriale del 27 giugno.

+

La Forza Della Coppia EUR/USD Rimane Incerta

La coppia EUR/USD si è rafforzata parecchio verso la fine di maggio, passando da un minimo di circa 1.2800 a sopra 1.300 del 30 maggio. Lo stato di salute economica dei 17 paesi dell’Unione è inoltre migliorato secondo la Commissione Europea, in quanto i paesi in crisi si sono stabilizzati. In particolare l’Europa meridionale ha visto alcuni dei più forti miglioramenti, mentre le prospettive OCSE per l’economia della regione dicono un +1,1% nel 2014. Nel frattempo, la ripresa degli Stati Uniti continua ad essere lenta, a causa dei tagli fiscali sui salari e quelli continui alla spesa pubblica. I dati relativi al PIL sono stati rivisti al ribasso dal 2,5% al 2,4% per il primo trimestre del 2013, ma potrebbero attestarsi a circa il 3,4% senza i tagli alla spesa del governo, secondo un rapporto di CNN Money. I consumi, inoltri, sono calati dello 0,2% ad Aprile. Ma guardando a Giugno 2013, i forex traders dovrebbero fare attenzione affinché la coppia di valute rimanga pressoché invariata, ma devono anche tenere d’occhio i cambiamenti di politica economica attuata dai governi. Altri dati da tenere in considerazione sono la relazione BCE del 6 giugno, i dati di produzione industriale del 12 giugno e lo “stato di salute” dell’Unione Europea del 27 giugno, in aggiunta agli altri indicatori economici dei singoli paesi.

La Coppia GBP/USD Ancora In Difficoltà

La Sterlina britannica, probabilmente, rimarrà “sotto pressione” fino alla fine di Giugno, a causa dell’incertezza sul futuro dell’easing monetario da parte della Banca d’Inghilterra. Il Governatore entrante, Mark Carney, è stato un sostenitore aperto dell’easing monetario. Ciò ha causato molto nervosismo fra i traders, in particolare sulla possibilità che egli possa realizzare effettivamente alcuni grandi cambiamenti al suo insediamento nel prossimo mese di Luglio. Mentre i dati positivi hanno portato a dei grandi movimenti nel breve termine, la moneta probabilmente rimarrà ancora per un pò sotto pressione! Al contrario, negli Stati Uniti, esiste un pò più di certezza: nessuno ha infatti dubbi sul fatto che la Federal Reserve acquisterà 85 miliardi dollari di bond in questo mese! Alcuni analisti ritengono che la mossa potrebbe concretizzarsi questa estate, anche se la notizia ha portato ad un calo del dollaro USA rispetto a molte altre valute. Tuttavia, altri analisti suggeriscono che i dati sull’inflazione precedenti abbiano causato qualche preoccupazione, in particolare i dati riguardanti la crescita economica. Quindi, per il mese di Giugno 2013, i forex traders dovrebbero fare molta attenzione ad eventuali dichiarazioni o segnali da parte di Mark Carney, ma anche essere consapevoli del fatto che gli Stati Uniti potranno terminare il previsto l’acquisto di bond a breve termine. Altre informazioni da tenere d’occhio includono i dati BOE del 6 giugno, i rapporti sul lavoro del 12 giugno, i dati CPI e PPI del 18 giugno, i dati sulle vendite al dettaglio e quelli del PIL del 20 e 27 giugno.

La Forza Della Coppia USD/CAD Potrebbe Durare Ancora

L’economia del Canada ha avuto un aumento del 2,5% del PIL nei primi tre mesi dell’anno. L’istituto di Statistica canadese ha anche rivisto le stime di crescita dallo 0,6% al 0,9% nel corso del quarto trimestre e dallo 0,7% al 0,8% nel terzo trimestre dello scorso anno. In vista di queste revisioni, il dollaro canadese ha fatto un grande balzo in avanti, portando il suo valore da 1,000 a 1,040 durante il mese di Maggio. Tuttavia, l’economia del Canada è soggetta a “minacce” esterne, tra cui l’incertezza economica che regna negli Stati Uniti. E molti economisti non vedono alcun miglioramento all’orizzonte, almeno fino alla fine del 2013-inizi del 2014, ovvero quando si prevede che l’economia degli Stati Uniti inizierà a crescere. Comunque, per il mese di Giugno 2013, i forex traders dovrebbero fare attenzione ad eventuali rialzi degli indicatori o a sorprendenti miglioramenti dell’economia degli Stati Uniti, ma anche considerare un’attenta valutazione dell’economia canadese. Altri dati importanti includono i rapporti sul lavoro del 7 giugno, i dati sul settore immobiliare del 10 giugno, CPI e dati di vendita al dettaglio del 21 giugno e i dati mensili sul PIL che saranno resi noti il 28 giugno.

Riassunto degli eventi chiave da tenere d’occhio

  • La Banca del Giappone si prevede che manterrà lo yen giapponese a circa 100.00 e i profitti derivanti dalle esportazioni dovranno essere bilanciati con l’aumento dei costi.
  • L’imminente nomina di Mark Carney a governatore della Banca d’Inghilterra ha portato ad una speculazione monetaria che potrebbe abbassare la valutazione della Sterlina.
  • L’economia degli Stati Uniti continua ad essere lenta e la disoccupazione nella zona Euro rimane alta: ciò mette un freno alla crescita mondiale complessiva.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading? Ecco IL CORSO giusto da seguire!
... Dopo il Corso, allenati senza rischiare con un Conto Demo

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *