Azioni Mediaset

Mediaset S.p.A. è un’azienda privata italiana operante nel settore dei media e della comunicazione. E’ specializzata primariamente in produzione e distribuzione televisiva in libera visione (free to air, FTA) e a pagamento (pay-tv e pay per view) su più piattaforme, oltre che in produzione e distribuzione cinematografica, multimediale ed in raccolta pubblicitaria.

Controllata dalla holding Fininvest, conta circa 4.154 dipendenti ed ha partecipazioni in più di 40 società con sedi in vari Stati. Ad oggi, è il secondo gruppo televisivo privato d’Europa (dopo la società lussemburghese RTL Group) ed il primo in Italia.

Azioni Mediaset: Quotazione

mediaset azioni

Le azioni Mediaset hanno pagato un dividendo complessivo di 23 milioni di euro l’anno scorso, per una capitalizzazione di mercato di € 4,408 miliardi. Il dividendo per azione di Mediaset è pari a € 0,02, mentre la sua attuale quotazione di borsa oscilla intorno ai € 2,72.

Secondo il grafico sopra, l’azienda ha un rendimento del dividendo dello 0,52%, inferiore a quello offerto dalla media del mercato e dalle società italiane. È anche inferiore alla media del settore dei servizi di consumo. Questo scarso rendimento del dividendo potrebbe avere diverse spiegazioni: il titolo è sopravvalutato oppure l’azienda sta espandendo il proprio business.

azioni mediaset payout

Sull’abilità di Mediaset di mantenere il suo dividendo attuale di 0,02 euro per azione (un importo pari allo 0,52%), dovremmo prima analizzare il suo payout ratio sia sugli utili che sui flussi di cassa (vedi grafico sopra). Il payout della società sugli utili è attualmente pari al 2,17%, che è inferiore alla media del mercato e alle società del settore “consumer services”, pari rispettivamente al 39,68% e al 39,75%. Entrambe le cifre ci portano a credere che ci sia fiducia che Mediaset possa riuscire a mantenere nel tempo il suo attuale dividendo.

Il payout sull’utile dovrebbe essere completato con quello sul flusso di cassa, poiché quest’ultimo è quello che può essere distribuito agli azionisti. Il flusso di cassa per azione di Mediaset è di 1,29 euro, superiore al dividendo per azione pagato dalla società (0,02 euro): ciò significa che l’azienda genera abbastanza denaro per mantenere il suo dividendo in futuro.

La figura sopra mostra i rapporti di payout sugli utili e sui flussi finanziari di Mediaset, rispetto alla media del mercato mondiale, le società italiane, il settore consumer services e le società del settore Media.

Ad ogni modo se analizziamo lo storico delle quotazioni Mediaset, possiamo vedere quanto questo titolo sia molto volatile e oscilli generalmente in un range compreso fra 2 e 5 euro.

Possiamo quindi definire il titolo Mediaset come ciclico: ciò significa che, nel caso di investimento a lungo termine, sarebbe opportuno attendere che ritorni un periodo positivo. Anche gli investitori a breve termine, tuttavia, possono assistere a variazioni interessanti anche su base giornaliera o settimanale.

Azioni Mediaset: Dividendi

storico dividendi azioni mediaset

Vista l’alta volatilità del titolo, anche i dividendi Mediaset non sono stati molto coerenti e costanti nel tempo. La forbice è infatti molto elevata: da 0,02€ fino ad arrivare a 0,43€. Sebbene nei tre anni della crisi globale (2007-2009), i dividendi siano stati pagati a circa 40 centesimi per azione, nel 2013 e nel 2014 invece non sono stati distribuiti. Solo nel 2015 i dividendi Mediaset sono stati pagati agli azionisti (solo 0,02€ per azione), una somma irrisoria se paragonata ai €0,40 degli anni precedenti.

Sempre in tema di dividendi, anche i CFD Mediaset consentono di ottenere un rendimento da investimento, ovvero un premio sul capitale disponibile nel caso in cui si abbia una posizione aperta in acquisto al momento dello stacco della cedola. L’importo pagato sarà proporzionato alla leva finanziaria applicata al momento dell’apertura della posizione.

Azioni Mediaset: Previsioni

Per prevedere l’andamento delle azioni Mediaset bisogna innanzitutto tenere in considerazione la concorrenza nel settore e le innovazioni mediatiche che intende apportare al suo servizio.

In particolare, per gli investitori a lungo termine, bisognerà prendere in considerazione gli accordi tra Mediaset e altre società operanti nel settore dei media, gli appalti vinti, le innovazioni nei prodotti e nelle offerte. A questi fattori puramente strategici, andranno aggiunti altri più “normali” quali i risultati dei bilanci periodici (annuali, semestrali, trimestrali), oltre alle relazioni degli analisti interni ed esterni all’azienda.

Gli investitori a breve termine, che preferiscono ad esempio investire sui CFD Mediaset, dovranno considerare invece tutti gli eventi quotidiani che potranno influenzare il titolo, negoziare al rialzo o ribasso a seconda dell’evento in questione.

Azioni Mediaset: grafico e quotazioni in tempo reale