– News – Cir respinge l’offerta De Benedetti per il gruppo Gedi

l’editrice de L’Espresso

Il mercato e le minoranze della finanziaria oggetto dell’operazione, non gradirebbero un’offerta senza premio sul prezzo di mercato

di Antonella Olivieri

default onloading pic

1′ di lettura

Cir respinge l’offerta di Carlo De Benedetti che, tramite la sua finanziaria Romed, venerdì scorso ha sottoposto un’offerta alla holding quotata, controllata dai figli, per riprendersi il 29,9% di Gedi al prezzo di 0,25 euro per azione corrispondenti a 129 milioni di capitalizzazione complessiva. Il punto è che la famiglia De Benedetti non è sola in Cir, perché ci sono nel capitale le minoranze di mercato e la questione non può essere risolta come se si trattasse di un riassetto privato.

Inaccettabile, anche perché la cosa sarebbe osteggiata/bocciata dal mercato: un’offerta ai prezzi di Borsa di giovedì, quindi senza premio, non potrebbe essere gradita al mercato per smantellare una quota che oggi in Gedi è di maggioranza.

[ad_2]
Approfondisci dalla risorsa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.