– News – Gdo, tra giugno e luglio stop alla crescita di vendite degli ultimi mesi: -3,2%

(Teleborsa) – Inversione di tendenza per le vendite della Grande Distruzione che nel periodo compreso tra lunedì 29 giugno e domenica 26 luglio fanno registrare uno stop della crescita dei mesi precedenti con un -3,2% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Secondo quanto emerge dalla fotografia scattata sul settore da Nielsen, il trend delle vendite risulta negativo in tutte e quattro le aree geografiche del Paese: un calo meno accentuato al Nord Ovest (-2,7%) e nel Nord Est (-2,3%) mentre a soffrire maggiormente sono le aree del Sud (-3,8%) e Centro Italia (-4.4%), dove il minore afflusso di turisti rispetto allo scorso anno incide significativamente sulla Gdo.

Osservando nel dettaglio l’andamento delle singole regioni, i picchi negativi si registrano in particolare in Sicilia (-7,4%), Sardegna (-7,2%), Liguria (-5,3%), Toscana (-5,2%) e Lazio (-4,4%).

“Nonostante alcune categorie godano ancora degli effetti positivi determinati dalla pandemia COVID-19 su GDO e Largo Consumo, i dati di vendita di luglio non sembrano delineare prospettive positive per il settore. E’ un momento difficile per i consumi degli italiani, che iniziano a tirare la cinghia e adottare strategie di risparmio – ha commentato Romolo de Camillis, Retailer Service Director di Nielsen Connect in Italia – Sui dati di luglio influiscono negativamente anche altri fattori quali, in particolare, il calo del turismo straniero e le temperature più basse rispetto allo scorso anno. Sarà il prossimo mese a fornirci più risposte: se i trend di luglio saranno confermati anche ad agosto, è molto difficile pensare che la performance del secondo semestre 2020 sarà in linea coi risultati del 2019″.

A livello di canali distributivi, anche nel mese di luglio gli Specialisti Drug si confermano il format più dinamico della fase post-lockdown, registrando una crescita del +6,9%. In frenata, invece, i Discount, che registrano un trend negativo di -0,8%, rimanendo comunque sopra la media rispetto alla performance degli altri canali distributivi. In declino anche l’andamento di Liberi Servizi (-5,5%), Ipermercati (-5,4%) e Supermercati (-2,8%). In concomitanza con una lenta ripresa dei consumi fuori casa migliorano le vendite del format Cash & Carry, seppur ancora negative, che registra a luglio un trend del -8,1%.

È comunque il canale eCommerce a dimostrarsi il più dinamico, confermando la sua potenzialità di crescita anche nel post-lockdown: il trend delle vendite di prodotti di largo consumo online da lunedì 29 giugno e domenica 26 luglio è di +84,4%.




Approfondisci sul sito risorsa…

Piattaforme di Trading con conti Demo per simulare la Borsa:  
Piattaforme
Min. Deposito
Demo Gratuita
€10

67% of retail CFD accounts lose money

€200

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *