– News – In territorio negativo gli Eurolistini

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, in attesa di indicazioni circa un possibile slittamento dei dazi USA sulle auto europee. Poco mosso l’S&P-500 a Wall Street.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che si ferma a 1,1. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,46%. Lieve aumento per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,49%.

In deciso rialzo lo spread, che si posiziona a +153 punti base, con un forte incremento di 8 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dell’1,23%.

Tra le principali Borse europee tentenna Francoforte, che cede lo 0,40%, nulla di fatto per Londra, che passa di mano sulla parità, debole Parigi, che registra una flessione dello 0,21%.

A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-0,86%) e si attesta su 23.578 punti; perde terreno il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 25.647 punti, ritracciando dello 0,78%. In frazionale calo il FTSE Italia Mid Cap (-0,26%); senza direzione il FTSE Italia Star (-0,08%).

In buona evidenza a Milano i comparti sanitario (+1,65%), viaggi e intrattenimento (+0,78%) e beni per la casa (+0,52%).

Nel listino, i settori materie prime (-1,59%), bancario (-1,43%) e beni industriali (-1,22%) sono tra i più venduti.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Ferragamo (+4,03%) dopo gli ottimi risultati dei nove mesi del 2019, Diasorin (+2,90%), Amplifon (+1,91%) e Buzzi Unicem (+1,37%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Prysmian, -7,16%, depressa dai risultati finanziari al 30 settembre 2019.

In caduta libera Pirelli, che affonda del 3,04%.

Sotto pressione Saipem, con un forte ribasso del 2,37%.

Soffre Unicredit, che evidenzia una perdita del 2,18%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, doValue (+5,37%), Tinexta (+4,23%), De’ Longhi (+4,20%) e Fincantieri (+3,74%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su OVS, che ottiene -3,20%.

Pesante Banca Popolare di Sondrio, che segna una discesa di ben -2,87 punti percentuali.

Seduta drammatica per Banca Ifis, che crolla del 2,61%.

Sensibili perdite per Datalogic, in calo del 2,54%.




Approfondisci sul sito risorsa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *