– News – Mercati, il dollaro resta il re degli scambi valutari

rapporto bri

La moneta americana è presente nell’88% degli scambi giornalieri dei cross valutari globali, in crescita rispetto al 2016. Euro lontano al 32%. Perde terreno lo yen. Ad aprile gli scambi tra le divise sul mercato globale hanno raggiunto i 6.600 miliardi di dollari al giorno (oltre 3 volte il Pil italiano annuo) contro i 5.100 miliardi registrati tre anni prima

di Andrea Gennai

default onloading pic
(Marka)

2′ di lettura

È ancora lui incontrastato: re dollaro Usa resta la valuta più importante a livello globale al mondo e addirittura conquista posizioni rispetto a tre anni fa. L’ultimo rapporto triennale della Banca dei regolamenti internazionale (Bri), una vera e propria “Bibbia” per il settore, fotografa le dinamiche del mondo del forex (foreign exchange) ed evidenzia lo strapotere del biglietto verde. L’era Trump, fino a questo momento, ha confermato il predomio valutario statunitense.

Sale il dollaro mentre lo yuan non fa boom

Il dollaro Usa resta la valuta dominante sul mercato ed è presente nell’88% degli scambi giornalieri dei cross valutari globali (la somma complessiva è il 200% essendo i rapporti tra due divise) salendo di un punto percentuale in tre anni mentre l’euro segue a debita distanza con il 32%, segnando comunque una crescita su base triennale.

LEGGI ANCHE: perché la Fed ha paura di un dollaro debole

Nel panorama internazionale arretra il peso dello yen mentre lo yuan, la divisa cinese, non scala le classifiche. Le statistiche evidenziano che la moneta di Pechino (pesa poco più del 4%) ancora deve affermarsi come divisa internazionale di peso nonostante la maggiore apertura delle autorità asiatiche alla finanza internazionale.

[ad_2]
Approfondisci dalla risorsa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.