– News – Ministro Speranza, “con il virus dovremo convivere. Mesi difficili. Non è finita”

(Teleborsa) – “La situazione resta drammatica. L’emergenza non è finita, il pericolo non è scampato. Ci aspettano mesi ancora difficili. Il nostro compito è creare le condizioni per convivere con questo virus, almeno fino a quando non avremo il vaccino o una cura”. Lo afferma e ripete in ogni occasione il Ministro della Salute, Roberto Speranza, e non si stanca di ricordare il suo “piano sanitario.

“Ospedali dedicati agli ammalati di Covid-19 – elenca il Ministro – e uso massiccio delle mascherine con scrupoloso distanziamento sociale nei luoghi di vita e lavoro, rafforzamento delle reti sanitarie locali. Inoltre, uno studio a campione per capire quanti, nel modo più preciso possibile, siano realmente i contagiati e un’app, modello Corea, per mappare gli spostamenti del malato nelle 48 ore precedenti il contagio, per poter avviare con tempestività una cura domiciliare tramite test clinici e contatti con i medici”.

Da parte sua, il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, condivide la disposizione del Governatore Fontana per cui, da oggi, domenica 5 aprile, in città, per uscire in strada, sia indispensabile indossare una mascherina o, al limite, un foulard o una sciarpa. “Le direttive vanno applicate e non discusse”, ha precisato Sala. La polemica con il Capo della Protezione Civile Borrelli è chiara, in quanto – aggiunge il Sindaco – “è un po’ disorientante per i cittadini ricevere questa disposizione dalla Regione Lombardia e sentir dire a Borrelli io non la metterò e terrò le distanze“.

E pure la Regione Toscana seguirà la Lombardia: “Oggi stesso voglio emettere l’ordinanza che rende obbligatorio l’uso della mascherina all’esterno delle abitazioni”, ha annunciato su Facebook su il Governatore Enrico Rossi.




Approfondisci sul sito risorsa…

------------ Fai Trading senza pagare Commissioni ------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *