– News – Monopattini elettrici come bici: ora possono liberamente circolare in città

(Teleborsa) – Dal 1 gennaio 2020 liberalizzata la circolazione dei monopattini elettrici e dei segway (dispositivo di trasporto personale che sfrutta un’innovativa combinazione di informatica, elettronica e meccanica). Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Legge 27 dicembre 2019 n. 160, che supera la fase di “sperimentazione di micromobilità” concessa dal Decreto Toninelli, i monopattini elettrici e “analoghi dispositivi” vengono equiparati alle biciclette divenendo così a tutti gli effetti dei “veicoli” legalmente riconosciuti dalla normativa di Legge. Fase di “sperimentazione” che tuttavia rimarrà per hoverboard e monoruota.La legalizzazione dei monopattini elettrici era stata chiesta con forza da numerosi Comuni ed è stata permessa dalla decisiva iniziativa di Eugenio Comincini, senatore di Italia Viva, con un suo emendamento alla manovra 2020. I requisiti per quanta riguarda velocità e potenza sono rimasti quelli già previsti dal Decreto, conformi a quanto previsto per le biciclette e perfettamente in regola con i requisiti del Codice della Strada. Monopattici elettrici come velocipedi e non ciclomotori. Quindi mezzi con velocità massima di 20 km e potenza del motore non superiore a 500 watt, e con tanto di luci anteriori e posteriori.

“Una piccola rivoluzione a sostegno della mobilità sostenibile e condivisa – aveva detto il senatore Comincini il 9 dicembre scorso subito dopo l’approvazione a Palazzo Madama dell’emendamento – ovvero un provvedimento che faciliterà non solo il lavoro di migliaia di amministratori, ma anche la vita di tante persone che potranno finalmente scegliere di usare la mobilità sostenibile senza il timore di incorrere in sanzioni”.

Ma regole precise e severe per poter circolare, comunque in aree urbane ben definite: monopattini elettrici e segway (dispositivi di trasporto personalo che sfruttano un’innovativa combinazione di informatica, elettronica e meccanica), in particolare, potranno essere utiizzati nelle aree pedonali a velocità inferiore ai 6 km/h, oppure fino ai 20 km/h su piste ciclabili o in strade con limite di velocità di 30 km/h. In questo caso, però, sarà anche necessario indossare un giubbotto o delle bretelle retroriflettenti. Hoverboard e monoruota, invece, almeno per il momento potranno circolare solo nelle zone pedonali ad un massimo di 6 km/h.



[ad_2]
Approfondisci sul sito risorsa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.