– News – Quanto pesa il petrolio nelle scelte di portafoglio

fondi COMUNI ED ETC

Secondo i gestori l’investimento sul settore oil va fatto in un’ottica di lungo termine, tenendo conto però che la tendenza sarà quella di puntare sempre di più sulle energie rinnovabili rispetto ai combustibili fossili

di Isabella Della Valle

Perché l’attacco al petrolio saudita ha sconvolto il mercato

4′ di lettura

Era inevitabile che gli attentati ai pozzi in Arabia Saudita riportassero il petrolio alla ribalta. La breve ma intensa impennata dei prezzi in seguito agli eventi ha fatto sì che i prodotti investiti su questa commodity, Etc (exchange traded commodity) e fondi in particolare, portassero a casa rivalutazioni nell’ordine anche delle due cifre nel giro di 10 giorni. Dalla vigilia degli attentati a oggi il brent, vale a dire il petrolio estratto in Europa nel mare del Nord, è salito del 6,6 per cento.

Chi ha corso di più

Chiaramente sono stati gli Etc più aggressivi, vale a dire quelli a leva, ad aver amplificato i guadagni (anche le perdite per i prodotti short che avevano scommesso su un ribasso del greggio), mentre si aggirano intorno al 10% le valutazioni registrate dai prodotti tradizionali, sostanzialmente in linea con le quotazioni dell’oro nero (si veda tabella al termine dell’articolo).

Petrolio nel dimenticatoio

Prima dell’attentato in verità il petrolio era finito in secondo piano nelle scelte di investimento di investitori e gestori con un’incidenza sempre minore anche negli indici di Borsa, complice l’onda ecologista in Europa e che ha come filosofia quella di stare alla larga dai combustibili fossili per puntare, invece, sulle energie rinnovabili. Gli attentati, almeno per ora e da un punto di vista prettamente finanziario, hanno in parte modificato lo scenario e c’è chi prevede per il brent quotazioni superiori ai 76 dollari al barile, con tutto quello che ne consegue per società petrolifere e affini. Ma al di là delle previsioni sulle sorti del greggio in quanto tale, all’investitore medio piccolo interessa capire se nella fase di mercato attuale possa rivelarsi una scelta giusta puntare su quest’asset class.

[ad_2]
Approfondisci dalla risorsa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.