Storia delle azioni Apple

Che la Apple (AAPL) sia la più grande e potente società americana in termini di capitalizzazione del mercato, è un fatto noto a tutti. Infatti, si tratta di una corporazione fra le più grandi al mondo in fatto di entrate complessive. Come se questo non fosse già sufficiente per esprimere il prestigio internazionale di Apple, il co-fondatore Steve Jobs è stato pubblicato su un gran numero di copertine e gli sono stati dedicati numerosi libri, show televisivi e addirittura un film, interamente incentrato sulla nascita e sullo sviluppo della società. 

Storia delle azioni Apple

Storia delle azioni Apple: un’azienda imperante

L’Apple, originariamente chiamata Apple Computer Inc., è stata fondata il 1 Aprile del 1976 da Steve Jobs e Steve Wozniak, all’interno di un piccolo garage della California. Si tratta di una delle aziende con il maggior numero di successi a livello mondiale e che vanta un buon numero di azioni.

Dall’intelletto più che raro dei suoi due co-fondatori, è nato ciò che ben presto divenne una promettente serie di invenzioni tecnologiche, già incredibilmente avanguardiste per quegli anni, che si imposero sul mercato sino a divenire oggi il marchio iconico che tutti conosciamo e che non necessità di presentazioni, sia per efficienza che per solida garanzia di qualità.

La prima offerta delle sue azionali fu lanciata per la prima volta pubblicamente nel Dicembre del 1980. Furono venduti  Le azioni furono vendute subito e, in una sola giornata, l’azione crebbe del 32 percento portando il valore di mercato dell’Apple a

E’ nel Dicembre del 1980 che venne lanciata la prima offerta delle sue azionali, in seguito alla quale furono venduti, a 22 dollari ciascuno, 4,6 milioni di dividendi. In una sola giornata, l’azione crebbe del 32%, cosa che fece lievitare il valore della Apple a 1778 miliardi di dollari.

L’azienda non godette sempre di periodi floridi ma anzi si verificarono nel corso degli anni una serie di crisi, fra le quali ricordiamo quella che avvenne intorno al 2008, anno in cui le condizioni di salute di Steve Jobs erano piuttosto negative. Nonostante gli alti e bassi, la Apple ha mantenuto una costante produttività, ragion per cui è diventata così importante.

Attualmente la Apple raggruppa oltre 60.000 impiegati nel mondo e realizza un volume d’affari superiore a 100 miliardi di $, con oltre 362 Apple Stores in oltre 12 paesi di tutto il mondo.

Come è facilmente intuibile, investire nelle azioni Apple potrebbe costituire un’ottima idea per guadagnare.

Storia delle azioni Apple: l’impatto del mercato

Il mercato azionario riflette tutte le informazioni tramite una rapida elaborazione e assimilazione di nuovi dati, servendosi del meccanismo di mercato della domanda e dell’offerta. Il mercato azionario è anche lungimirante: ciò spiega perché le azioni di un’azienda possono scendere anche se utili di bilancio sono migliorati rispetto al trimestre precedente. Le aziende devono battere le attese del mercato e avere, al tempo stesso, un’influenza positiva sulla loro capitalizzazione di mercato. Non è un caso che le imprese cerchino spesso di “manipolare” i loro rapporti sugli utili per cercare di eguagliare o battere le stime, al fine di migliorare artificialmente i prezzi delle loro azioni.

Considerato il modus operandi del mercato azionario, il rilascio di un innovativo servizio è uno dei pochi modi che ha una società per influenzare notevolmente la valutazione delle sue azioni.

Questo perché la sfida di stimare l’impatto che un prodotto diffuso a livello internazionale avrà sugli utili di una società, e, successivamente, sulle azioni della società, è “erculeo”.
Quando gli analisti di Wall Street si sbagliano, la ricompensa può essere astronomica per gli investitori. Ad esempio, Wall Street valutò che l’iPhone 5 avrebbe venduto tra i 6 milioni e 10 milioni di unità entro una settimana dal lancio. Al contrario, l’iPhone 5, vendette poco più di 5 milioni di unità. Il 21 settembre 2012, data di uscita ufficiale dell’iPhone 5, le azioni Apple hanno aperto a $ 702,56. Alla chiusura del mercato (il 9 novembre), le azioni erano scese a 547,06 dollari, con un calo del 22% del loro valore iniziale. La Apple Inc. offre prodotti e servizi innovativi che sono molto richiesti dai consumatori e l’azienda fa molto affidamento sull’elevata correlazione tra i suoi nuovi prodotti e il prezzo delle azioni.

Storia delle azioni Apple: consigli di investimento

La Apple è una società con una concorrenza inferocita, che nonostante questo continua a fornire prodotti che non hanno eguali. Il suo volume d’affari continua a crescere e questo è un motivo sufficiente per chiunque voglia investire sui titoli della società. Ci sono numerose modalità con le quali è possibile investire; si può investire a lungo termine, acquistando le azioni in modo tale da percepire dei dividendi oppure si può anche speculare su periodi più brevi, tentando di far profitti sui  movimenti del valore dei relativi titoli sul mercato. Per fare questo è possibile usufruire dei CFD dei broker online, con i quali è possibile speculare al rialzo o al ribasso sulle fluttuazioni del mercato. Grazie ai CFD, potrete acquistare o vendere azioni Apple e ottenerne un ricavo grazie alla differenza fra la quotazione iniziale e quella finale. Con un effetto leva, sebbene aumenti il rischio di perdite, è possibile incrementare i guadagni.

E’ buona norma, per qualunque tipo di investitore, monitorare il mercato Nasdaq sul quale le azioni Apple sono quotate, il volume d’affari della società e le ultime novità.

Storia delle azioni Apple: i partner della società

Storia delle azioni Apple

La Apple ha grande margine di creare nuove ”alleanze”, sia che si tratti di imprese concorrenti o complementari.

Al momento, la Apple si è associata ad imprese quotate in Borsa, fra cui riscontriamo Cisco, a cui la Apple si è associata per sviluppare soluzioni di impresa, con l’obiettivo di sviluppare la rete iOS servendosi delle competenze di Storia delle azioni AppleCisco.

Altro partner Apple è IBM, azienda statunitense tra le maggiori al mondo nel settore informatico.

 

Storia delle azioni Apple: storico grafico ultimi 10 anni

Storia delle azioni Apple

 

Storia delle azioni Apple: grafico e quotazione in tempo reale

Apple: prodotti

Storia delle azioni AppleLe principali linee di prodotto Apple sono: iPod, iPhone, iPad e MacBook. Tutti questi prodotti concorrono nei mercati dei telefoni cellulare, lettori multimediale, tablet e nei mercati di personal computer e ciò rappresenta una forte diversificazione della loro gamma di prodotti.

La società, con sede a Cupertino, ha una presenza incombente in ogni mercato e una reputazione che può essere attribuita al monopolio che la società ha apparentemente sull’innovazione. Partendo dall’iPod, l’azienda ha trovato il modo di creare dei mercati che non esistevano in precedenza e rivoluzionare quelli più comuni! A differenza di altre aziende, la Apple è nota per il suo impegno per l’innovazione: ciò è dimostrato dai suoi 3,4 miliardi dollari di fatturato nel 2012 ($ 1 miliardo nel 2011).

Il rilascio di nuovi prodotti possono essere una potenziale fonte di guadagni o di perdite per gli investitori. Con questo in mente, diamo ora un’occhiata ad alcuni dei grandi rilasci da parte della Apple.

Azioni Apple: iPod

l primo iPod fu rilasciato nel novembre 2001 e poteva contenere fino a 1.000 canzoni con 10 ore di durata della batteria: il tutto ad un prezzo di $ 399! Il primo giorno di negoziazione dopo la data di rilascio del prodotto, il titolo Apple ebbe un aumento insignificante: solo 5 centesimi ($ 9.38). Tuttavia, una settimana dopo, il 19 novembre, la Apple avrebbe chiuso a $ 10 per azione, con un incremento del 6,6%. Entro la fine del 2004, la Apple vendette oltre 10 milioni di iPod, che portarono il titolo ad essere scambiato a 32,20$.

Azioni Apple: iMac

Il computer MacBook è un altro esempio di grande successo dei prodotti Apple, in particolare l’iMac. L’iMac fu rilasciato nel maggio 1998, in concomitanza del picco minimo delle azioni Apple a $ 7,58. Anche se questo prodotto non ha avuto un impatto immediato sulle sue azioni, il titolo Apple fu scambiato a $ 9,22, con un aumento del 21,6% a soli tre mesi dal rilascio.

L’iMac avrebbe continuato ancora per molto ad essere il prodotto più venduto attraverso i canali di vendita al dettaglio e per corrispondenza nell’anno 1998, secondo il New York Times. Due anni dopo il rilascio dell’iMac, il titolo Apple fu scambiato a $ 27,53, con un enorme aumento: +263%. La popolarità dell’iMac ha aperto la strada a prodotti di qualità superiore, come il PowerBook G4 nel 2001 e il MacBook Pro nel 2006. Secondo le stime Q2 2012, la Apple detiene una quota di mercato del 12% ed il trend è in costante crescita.

Azioni Apple: iPhone

Probabilmente, l’iPhone è stato il prodotto tecnologico più rivoluzionario mai creato. Il primo iPhone venne annunciato “in pompa magna” il 9 gennaio 2007. Il telefono vantava la combinazione di tre prodotti: un telefono cellulare, un iPod widescreen con touch control e un rivoluzionario dispositivo di comunicazione Internet con email, web-browsing, ricerca e mappe.

Quando il telefono venne ufficialmente rilasciato per la vendita nel giugno 2007, vendette circa 270.000 telefoni nei primi 1,25 giorni sul mercato. Le azioni Apple guadagnarono 7 centesimi alla data di uscita del telefono, una crescita forse un pò in sordina rispetto alle previsioni iniziali! Un mese dopo, però, il prezzo delle azioni salì da $122,04 a $ 141,43, con un aumento del 15,9%. L’iPhone ha veramente cambiato il panorama del mercato della telefonia mobile.

Azioni Apple: iPad

Storia delle azioni AppleAnnunciato il 27 gennaio 2010 e immesso sul mercato all’inizio di Aprile dello stesso anno, l’iPad ha essenzialmente creato il mercato globale dei tablet. È interessante notare che la Apple ha effettivamente venduto il primo tablet nel 1993.

Era noto come il Newton MessagePad. Tuttavia, era solo l’ombra dell’attuale iPad, che conteneva tutte le funzionalità di iPod Touch su uno schermo molto più grande e con un processore più veloce. Il primo giorno di borsa successivo alla sua vendita, le azioni Apple sono aumentate leggermente da $ 234,98 a $ 238,49, con un aumento di poco più dell’1%. Un mese dopo, però, il titolo Apple fu scambiato a $ 266,35. Appena un anno dopo il rilascio dell’iPad, le azioni Apple arrivarono fino a $ 341,19, con un aumento del 43%.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading? Ecco IL CORSO giusto da seguire!
... Dopo il Corso, allenati senza rischiare con un Conto Demo

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

3 thoughts on “Storia delle azioni Apple

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *